Divorzi da star, quali sono i più costosi
Indizi di fine matrimonio, te lo dicono i fotografi

Un grande classico della Cucina Italiana, la Carbonara

Vuoi sapere come realizzare una perfetta pasta alla carbonara? Basta seguire alcuni nostri semplici consigli. La pasta alla carbonara è un piatto caratteristico del Lazio ed è apprezzata in tutto il mondo grazie alla sua semplicità, facilità e bontà!

Un grande classico della Cucina Italiana, la Carbonara
Condividi:
Punteggio: 0 su 0 voti
-
Redazione InVIPtus

invpt_button (1)

Piatto tipico della cucina romana, la Carbonara è così famosa che ha bisogno di ben poche presentazioni. C'è chi la fa con la pancetta, chi ci aggiunge la panna e la cipolla, chi utilizza il parmigiano, ma di ricetta originale ce n'è una.

Come è nata la carbonara

Come per molti altri piatti, l'origine dalla pasta alla carbonara non è certa, anche perché non esistono tracce scritte.

L'ipotesi più accreditata è quella che la vede nascere per la prima volta grazie all'unione di due ingredienti americani il bacon, le uova e alla bravura di un cuoco romano. Secondo questa teoria, la carbonara, sarebbe nata intorno al 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il bacon e le uova, ingredienti tipici americani, vennero uniti al pecorino e alla pasta, in una trattoria, proprio per sfamare dei soldati americani. Questi ultimi rimasero estasiati dal gusto e dalla cremosità di questo piatto.

Secondo un'altra teoria, invece, la carbonara non sarebbe altro che un'evoluzione della pasta cacio e uova, un piatto antico preparato dai carbonari quando si recavano nei boschi per fare il carbone. Oggi, insieme all'Amatriciana, è il piatto più famoso della regione Lazio. Ecco come preparare una gustosissima pasta alla carbonara seguendo la ricetta originale.

Ricetta originale della carbonara

Ingredienti per 4 persone

- 350 grammi di spaghetti;

- 30 grammi di pecorino romano;

- 2 tuorli grossi;

- 120 grammi di guanciale;

- 20 grammi di grana grattugiato;

-olio di extra vergine di oliva q.b.;

- sale q.b;

- pepe q.b.

Preparazione

Per prima cosa dividete gli albumi dai tuorli e mettete questi ultimi all'interno di una ciotola. Aggiungente ai tuorli il pecorino, il grana e 40/50 grammi di acqua. Aggiustate di sale e pepe e amalgamate il tutto aiutandovi con una frusta, fino a che non otterrete un composto molto cremoso.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola d'acqua e portatela a bollore. Nel mentre, tagliate a listarelle il guanciale e fatelo rosolare in una padella con un filo d'olio. Il guanciale deve essere bello croccante, quindi fatelo rosolare per circa 7/8 minuti. Si consiglia di cuocere il guanciale nello stesso momento che si cuoce la pasta, in questo modo il guanciale non diventerà freddo.

Calate la pasta e attendete i suoi tempi di cottura. Scolate la pasta al dente, avendo cura di conservare un po' di acqua di cottura. Mettete gli spaghetti in una ciotola di vetro o nella pentola stessa e conditela subito con la pancetta.

Versateci sopra il composto d'uovo preparato in precedenza e mescolate in modo che si rapprenda appena. Se vi sembra troppo asciutto aggiungete un po' d'acqua di cottura. Servite subito, impattate e guarnite spolverando dell'altro formaggio grattugiato e una macinata di pepe.

invpt_button (1)

Go Shopping

}); });