My Own Way, la canzone inedita di Amy Winehouse
Chi è Wanda Nara? Notizie e curiosità sulla manager di Icardi

Far crescere i bambini in mezzo alla natura aiuta lo sviluppo celebrale

Crescere in mezzo alla natura non fa solo bene alla salute dei bambini - lontani da inquinamento e polveri - ma li aiuta a sviluppare meglio anche la personalità e le capacità intellettuali

Far crescere i bambini in mezzo alla natura aiuta lo sviluppo celebrale
Condividi:
Punteggio: 0 su 0 voti
-
Redazione

Per i bambini crescere in mezzo alla natura, vivere all'aria aperta, in contatto con piante e animali apporta loro molteplici benefici, tra i quali respirare un'aria pulita e salutare. Quanto detto, avviene grazie al processo naturale delle piante di assorbire gas tossici con incredibili vantaggi per l'apparato respiratorio del bambino. Crescere circondati dal verde giova molto ai bambini.

Gli effetti positivi di crescere in mezzo alla natura

Lo sviluppo personale e la creazione di una indipendenza intellettuale avviene all'interno di un ambiente ricco di stimoli e strumenti necessari a uno sviluppo psicofisico del bambino. Teoria quest'ultima, esposta, già molti decenni fa dalla nota pedagoga Maria Montessori, che definiva i bambini delle spugne; ovvero attraverso le attività pratiche e l'esplorazione dell'ambiente esterno i bambini accrescono il loro bagaglio sensoriale e intellettuale ponendo le basi per giungere a una indipendenza intellettuale.

Sulla base della teoria della mente assorbente del bambino, termine quest'ultimo utilizzato nella pedagogia montessoriana, l'ambiente non può essere trascurato e negli anni numerosi studi scientifici hanno appurato l'importanza di farli crescere in mezzo alla natura, per garantire una crescita positiva della loro sfera intellettuale.

Le basi scientifiche nello sviluppo intellettivo del bambino

Un recente studio spagnolo sullo sviluppo intellettivo dei bambini, dopo una prolungata esposizione al verde, ha dimostrato un aumento quantitativo di materia bianca e grigia in alcune aree del cervello dei bambini esaminati. In particolar modo nella zona deputata alla memoria e all'attenzione, con il conseguente esito positivo di alcuni test cognitivi a cui i bambini erano stati sottoposti.

Secondo un altro recente studio sul gioco all'aperto dei bambini in Italia, solo uno su due svolge attività ludiche nel verde, nonostante il clima e i numerosi spazi verdi di cui dispone il nostro paese rispetto ad altre nazioni.

Questo triste risultato si deve a motivi culturali e non secondariamente alla mancanza di infrastrutture idonee a questo tipo di attività. È un dato di fatto: far crescere in mezzo alla natura i bambini dà loro una maggiore possibilità di diventare uomini sani e felici in futuro.

invpt_button (1)

Go Shopping

}); });